Home News Generali Chiarimenti sulle prescrizioni per lo svolgimento dell’attività sportiva, Green Pass e protocollo sanitario
0

Chiarimenti sulle prescrizioni per lo svolgimento dell’attività sportiva, Green Pass e protocollo sanitario

226
0

A seguito di diverse domande pervenute in questi ultimi giorni da parte dei CSB affiliati e degli Atleti, si ritiene utile fornire alcuni chiarimenti in merito allo svolgimento dell’attività sportiva, all’uso del Green Pass (o Certificazione Verde) ed al rispetto del protocollo sanitario federale.

Innanzitutto si rimanda alla nostra comunicazione del 4 Agosto (link) inerente all’adozione, a partire dal 6 Agosto 2021, del Green Pass digitale o cartaceo per l’accesso alle sedi allenamento/gara.

– Il verificatore/delegato del CSB che effettua praticamente la scansione del QR code del Green Pass non può e non deve richiedere ulteriori informazioni riguardo all’ottenimento di quella certificazione.
Riscontrata la validità del certificato a seguito della scansione del QR code con l’apposita app VerificaC19 (link), il passo successivo è la verifica della corrispondenza dei dati anagrafici dietro richiesta di un documento di identità in corso di validità. (testo barrato a seguito della comunicazione dell’11 Agosto 2021, link)

– L’esibizione diretta di un risultato/referto di un tampone antigenico rapido o molecolare effettuato nelle ultime 48 ore, con risultato negativo ovviamente, non può sostituire la procedura appena descritta: quel referto, se ottenuto nelle modalità prescritte dalla normativa vigente, contiene al suo interno un codice grazie al quale è possibile scaricare il Green Pass da esibire ove necessario.
Tutti i dettagli sull’ottenimento del Green Pass sono disponibili nel sito dedicato www.dgc.gov.it (link)

– Le disposizioni introdotte non si applicano ai soggetti esclusi per età dalla campagna vaccinale (minori di 12 anni) e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri stabiliti dal Ministero della Salute, che in data 4 Agosto 2021 ha emanato apposita circolare (link) per illustrare i dettagli di questa situazione specifica e su come ottenere la certificazione di esenzione.

– La verifica del Green Pass secondo la procedura descritta rappresenta esclusivamente un requisito di accesso alla sede di allenamento/gara, limitato a quell’occasione, da ripetere ad ogni accesso.
Tutti gli altri aspetti che riguardano l’attività sportiva all’interno delle Associazioni rimangono regolati da quanto indicato nel protocollo federale di sicurezza sanitaria emanato il 13 Maggio 2020 (link), comprese le ulteriori adempienze formali/normative necessarie, come la compilazione dell’autodichiarazione personale che l’Atleta deve compilare.

Il Green Pass è uno strumento, non è un lasciapassare che autorizza a fare quello che si vuole, come si vuole, quando si vuole, sulle spalle di una certificazione ottenuta.
Tutti le restanti disposizioni normative e di buon senso, restano e sono a maggior ragione ancora valide: il distanziamento personale, l’igiene delle mani e delle superfici, l’uso dei dispositivi di protezione individuale, etc.

(226)